#di casa in casa

#di casa in casa

In questo periodo faticoso e difficile per tante persone, a causa del coronavirus, anche le giornate nelle Case di Accoglienza sono da reinventare e da rendere speciali, nonostante tutto. Le comunità mamma/bimbo sono isolate ormai da due mesi: i volontari non possono andare in casa e mamme e bimbi non possono portare avanti le normali attività fuori dalla comunità. Quindi il tempo diluito, lo spazio limitato e la vicinanza molto stretta rendono molto impegnativa la convivenza.

Cosa può rendere emozionante e attesa la giornata?

Una SCATOLA DELLE SORPRESE, che ogni mattina bimbi e mamme aprono con le educatrici per scoprire quali attività li attendano: un indizio, un paio di oggetti misteriosi, qualche regalino e.. la giornata può iniziare, sempre nuova!

 

 

 

 

 

Le attività proposte sono pensate per valorizzare e arricchire le capacità e la creatività delle mamme, oltre che per farle sorridere e migliorare il rapporto con i loro bambini.

ATTIVITA’ all’aria aperta, laboratori creativi e culinari, momenti di svago, si può anche improvvisare un aperitivo elegante nel parco della casa! Quello che non può mancare è la cura per le cose e le persone: rendere bella un’apparecchiata per la festa, decorare le pareti con disegni primaverili, allestire pic-nic con i bambini, cucinare piatti golosi e speciali, regalarsi un trattamento beauty relax tutto femminile tra mamme.

Anche ricordare i COMPLEANNI è importante, festeggiare con una torta, un regalo e qualcuno che è felice insieme a te, vicino o lontano, ma che senti accanto nell’affetto.

 

 

Serata beauty

 

 

 

 

 

 

Il giorno di PASQUA, oltre a splendide tavole fiorite e una bella grigliata, è stato bello vedere mamme e bimbi fare insieme la caccia alle uova decorate nel parco di casa, ognuno con il suo cestino colorato fatto a mano. E poi condividere la gioia dei “tesori di cioccolata” fotografandoli per i volontari.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ogni giorno può diventare speciale grazie anche ai regali a distanza preparati dai volontari, che danno coraggio e trasmettono affetto alle Case di Accoglienza. Come il CARTELLONE DELLE COSE SPECIALI: fotografie semplici e pensieri di cose che ciascuno può provare a cercare nei propri spazi, per affrontare questo momento difficile e per sentirci uniti nonostante le distanze. I volontari incoraggiano le mamme: forza, provate anche voi a cercare intorno cose speciali! E loro rispondono con brevi video di saluto dove improvvisano danze o mostrano l’esito ben riuscito di una ricetta.

 

 

 

 

 

Un’altra occasione speciale è stata la SERATA DEI RACCONTI, che noi abbiamo festeggiato di giorno con allestimento speciale nel parco di casa, per ascoltare fiabe e racconti narrati dalle educatrici e dalle mamme, ma anche dai volontari tramite video creati per l’occasione! I bambini e le mamme si sono emozionati e commossi nel vedere i volti delle volontarie e nel sentirsi ricordati uno ad uno con affetto.

 

 

 

 

Quello che stiamo cogliendo e imparando, da questo momento faticoso e giunto così improvviso nelle nostre vite, è che le persone davvero hanno risorse straordinarie dentro di sé, tutte!

Il senso del nostro lavoro educativo è quello da sempre: aiutare le mamme e i bimbi a scoprire quelle risorse per rimetterle in circolo positivamente. Ma adesso questo lavoro lo stiamo facendo prima di tutto dentro noi stessi, poi con le mamme e i bimbi, con le colleghe, con i volontari. Reinventare le giornate è qualcosa che coinvolge a 360 gradi, parte dalla mente e dal cuore e arriva ai gesti che possiamo fare per trasmettere coraggio, per sentirci in relazione e non soli. Per ora siamo tutti limitati nello spazio e nelle abitudini, ma stiamo sperimentando che le IDEE invece non hanno confini: le idee possono viaggiare e moltiplicare le possibilità, possono aiutare a scoprire nuovi equilibri, possono far costruire alleanze inaspettate, possono anche ridare speranza nella sofferenza e nella fatica, a tutti noi!

 

 

Condividi:
Share